stefanobaldini.net

Articolo su fidal.it

Baldini-Howe, a voi il 2008  

Quando mancano poco più di tre settimane alla chiusura dell'anno, procedono a pieno regime i lavori di preparazione e programmazione per la prossima stagione, il cui culmine, come noto ormai a tutti, verrà vissuto in agosto, a Pechino, con la celebrazione dei Giochi Olimpici. In questa fase, in particolare, sono in corso i consueti incontri con gli atleti di vertice, con i quali viene costruito l'ideale percorso di avvicinamento alla fase agonistica. Questa mattina, presso la sede federale, è stato il momento di due degli uomini di maggior prestigio dell'atletica italiana: in rigoroso ordine alfabetico, Stefano Baldini e Andrew Howe. Per entrambi, mattinata di colloqui con il Direttore tecnico Nicola Silvaggi, alla presenza dei tecnici di settore, delle rappresentanze societarie, e del consigliere delegato alle attività del settore tecnico Mauro Nasciuti.

Baldini e Howe si sono incontrati negli uffici federali e si sono saluti calorosamente: "Ehi, è andata bene a New York, no?", ha chiesto Andrew al collega campione olimpico. "Beh, dai, sì, niente male", la risposta del campione olimpico di maratona. Poi, il tempo per una foto ricordo davanti al bronzo del "martellista" che campeggia nell'atrio della sede FIDAL, e ancora qualche scambio di opinione sulla preparazione in vista del 2008. Per entrambi in inverno è previsto uno stage di preparazione all'estero. Howe volerà in California nel mese di gennaio, dove sosterrà un periodo di preparazione presso le strutture della UCLA, a Los Angeles. Poi, il ritorno in Europa, per prendere parte ad alcune gare indoor (quasi certamente anche ai Mondiali di Valencia di inizio marzo, che però non saranno un vero e proprio obiettivo "finalizzato"). Baldini – che attualmente è in corsa per il titolo di atleta europeo del mese, si può votare sul sito EAA all’indirizzo european-athletics.org – tornerà sull'altopiano della Namibia, a Windhoek, territorio di magnifica bellezza sul quale ha costruito gli straordinari anni di successi che ne hanno scandito la carriera. Saranno due i periodi di preparazione, a cominciare da gennaio. Per entrambi, in ogni caso, sarà un duro inverno di lavoro, di costruzione del risultato, di attenzione ai particolari, di test, di analisi e correzione - quando necessaria - dell'allenamento. Ma sempre con il sorriso, con la voglia di fare atletica che è da sempre il filo conduttore di chiunque si innamori di questo sport. A qualunque livello.

m.s.

  • Sabry

    Inserito alle 2007-12-06 18:34:54

    ...già te l'ho scritto da un'altra parte...

    Ciao Stefano, ho sentito in tv che il prof.Gigliotti ha detto che andrai in Namibia anche questo gennaio...mi dispiace...ci tenevi ad andare in Kenia...credo sarebbe stato anche più stimolante cambiare ambiente!
    Cmq soddisfatto?
    ciao

    Replica al commento

  • kenianobianco

    Inserito alle 2007-12-06 19:22:47

    AIO' QUELLO E' UN GIACCHETTO DA CENTAURI................................................................................................................ :-)

    Replica al commento

  • GENE

    Inserito alle 2007-12-07 08:49:51

    Scusa Stè, ma potresti chiedere ad Andrew dove va a fare le lampade? :grin
    Siete proprio una bella coppia, anch'io punto su di voi.
    Ciao a presto. 8)

    Replica al commento

 

Archivio Articoli