stefanobaldini.net

Oggi articolo su "Il Resto del Carlino"

{flike id=268}

“Ho preso una bastonata ma resto il numero uno”

(in Italia magari...i soliti titolisti, n.d.r.)

di Claudio Lavaggi

Stefano Baldini, alla mezza maratona di Lisbona, è arrivato nono in 1h03’55”, una performance che ha deluso l’atleta castelnovese prima di ogni altro. Ma senza spezzare lance a favore di alcuno, guardiamo per un attimo dei semplici numeri: a Lisbona ha vinto il keniano Mutai, atleta in grado di correre sotto l’ora, in 1h01’54”; terzo è giunto Gharib, poi solo keniani fino all’ottavo, Wesley Ochoro, un secondo avanti a Stefano. Decimo il portoghese Josè Rocha, secondo europeo, tredicesimo Daniele Caimmi in 1h05’38”. E se prendessimo le statistiche 2007, l’unico italiano a correre vicino ai 62 minuti è stato Baldini alla Stramilano. Al secondo posto c’è Caimmi in 1h03’01”, entro i 64 minuti Battocletti, Pertile, Curzi e Petrei e se Stefano è il più “vecchio” coi suoi 36 anni, beh, il più giovane è Battocletti con i suoi 32…

- Punto e a capo, la parola a Baldini.

“E’ vero, la gara portoghese non era veloce, caldo e umidità hanno fatto il resto, ciò non toglie che speravo di essere più competitivo. Al quarto chilometro ero già staccato, ritmi da 2’50” al km non li sopporto. E’ vero, Rocha non mi ha mai dato un cambio, ma gli ultimi 6 chilometri mi parevano quelli di una maratona…”

C’entra la discesa dall’altura?

“Negli anni scorsi quando scendevo ero molto brillante, quest’anno mai. Poi è chiaro che a Lisbona ho cercato la gara più dura che ci fosse in giro e la bastonata è stata altrettanto dura”.

- Con la carta d’identità non si scherza, però…

“Calma, io non sono bollito, fisicamente sto molto bene, non ho infortuni e sono organicamente sano. Penso di poter fare ancora buone cose, come ho già detto altre volte, il recupero mi sembra un po’ più lento, ma i lavori fatti in ritiro in chiave maratona sono stati dello stesso livello qualitativo e quantitativo rispetto agli anni scorsi”.

- E ora bisogna pensare al futuro. Mondiali di mezza, maratona d’autunno?

“Per i mondiali di mezza voglio verificare alcune cose, come reagirò in questi giorni, se sarò più reattivo e non ultimo farò valutazioni sia col mio tecnico Gigliotti, sia con i tecnici della nazionale. Ci sono delle gerarchie che vanno giustamente rispettate”.

- Ma basta guardare i numeri la in alto, se non corri tu, l’Italia chi mette in squadra?

“Nonostante tutto credo di essere quello più in forma, anche in ritiro a Livigno spesso me li perdevo per strada. Ma la settimana prossima andrò a Lignano con gli altri convocati per la maglia azzurra, mi allenerò un po’ in compagnia e poi tireremo le somme”.

- Resta la maratona. Dove? Quando? In ottobre è presto, dunque a novembre. New York?

“Non posso anticipare niente, anche se probabilmente un annuncio ufficiale lo dovranno fare gli organizzatori. Di certo una devo correrla e penso di farlo, a me serve una prova convincente prima delle olimpiadi cinesi, oltre al minimo per parteciparvi. Mica preparo i mondiali del 2009…”

  • GENE

    Inserito alle 2007-09-20 09:13:28

    Grazie Stefano per aver chiarito le tue sensazioni riguardo alla gara. Io credo che se saprai assorbirle bene tutte queste "bastonate" prima o poi le restituirai!
    Mi sembra di cogliere anche l'aspetto positivo più importante: ti stai allenando bene in vista di una maratona autunnale.
    Ciao a presto.

    Replica al commento

  • Msironi

    Inserito alle 2007-09-20 09:33:46

    dai stefano fai NY, cosi la facciamo insieme... bhe insieme si fa per dire 8)
    tu in meno di 2h09' e io in meno di 3h !!!

    buoni allenamenti!!!

    Matteo

    Replica al commento

  • Sabry

    Inserito alle 2007-09-20 11:23:50

    ...è sorprendente la tua determinazione!

    A Udine, a NY o chissà dove....ti aspettiamo!

    Buon ritiro a Lignano per il momento.
    Ciao. :-)

    Replica al commento

  • pupillo14

    Inserito alle 2007-09-20 11:37:40

    Stefano sei un grande, continua così ed i sisultati arriveranno: spero a NY in modo da poter zittire i "soliti titolisti". Mi raccomando, se vai a NY incontriamoci sulla Quinta Strada come lo scorso anno (ci siamo fatti la foto insieme che quest'anno, a Scicli, mi hai autografato).
    Buoni, anzi ottimi, allenamenti
    Ciao

    PS: anch'io non sopporto i ritmi da 2'50" al Km (spero di chiudere a NY a 3.10. :-)

    Replica al commento

  • vegetable

    Inserito alle 2007-09-21 08:01:58

    Ringrazio innanzitutto Stefano per i chiarimenti forniti e concordo con Gene sul giudizio generale.
    Mi sembra però di sentire un pò di nervosismo nell'intervista di Stefano, atteso che i giornalisti di tutto fanno...meno che mettere a proprio agio gli intervistati...magari anche dopo una prestazione (quella di Stefano) considerata non buona.
    Secondo il mio parere non bisogna considerare una batosta una mezza maratona corsa in particolari condizioni, al nono posto, ma sopratutto "lamentarsi" se non si reggono strappi da 2' e 50" (o giù di lì) al km.!
    Stefano si deve ricordare che coloro i quali danno adesso quegli strappi hanno un'età per farlo (scusami Stefano se insisto!) ma sopratutto cercano di provare a vincere qualcosa!
    Nessuno si dimentichi che il nostro Stefano ha vinto tutto e poi tutto ancora e non ha assolutamente nulla da dimostrare
    a nessuno!!
    L'unica cosa che forse vuole dimostrare (ma a se stesso e questo mi sembra giusto) è che non è assolutamente "bollito"; anzi penso che presto qualcuno dei grossi nomi se lo troverà ancora davanti in qualche gara prestigiosa!
    In bocca al lupo e a presto!

    Replica al commento

  • stefano

    Inserito alle 2007-09-21 08:28:57

    "I soliti titolisti" l'ho fatto mettere perchè molti lettori guardano prima il titolo e poi leggono l'articolo, ma sfido chiunque a leggere nell'intervista una frase nella quale dico di essere sempre il numero 1...detto questo spero che la prossima volta vada meglio e io possa esprimermi per quello che faccio in allenamento.

    Replica al commento

  • Eddy

    Inserito alle 2007-09-21 08:50:46

    Vai grande Stefano!! Vedrai che insistendo sarai premiato per il tuo lavoro!! :-)

    Replica al commento

  • anx81

    Inserito alle 2007-09-21 13:57:13

    Stefano è il numero uno indiscusso e lo rimarrà sempre...secondo me domenica non ha affatto preso una batosta!Secondo me dobbiamo solo ammirarlo perchè arrivato al top della sua carriera di atleta e,avendo vinto ormai di tutto,continua ad allenarsi duramente e con impegno....Quando lo vedo correre in televisione l'emozione è sempre forte,la grinta che mostra in ogni falcata è unica!Il prossimo anno a Pechino ci saranno batoste ma,sarà lui a darle...

    P.S.Ho saputo che correrai Ascoli-San benedetto il 30/09/07...Per favore anche se non corri vieni con Gigliotti alla conferenza sulla maratona che terra lui sabato pom ad Ascoli?

    Replica al commento

  • stefano

    Inserito alle 2007-09-21 15:38:25

    Non sapevo di correre Ascoli-San Benedetto il 30. Si era parlato tempo fa della conferenza ma saremo in raduno a Lignano per quella data, so però che Gigliotti verrà.

    Replica al commento

  • ivan

    Inserito alle 2007-09-21 20:20:10

    Ciao Stefano, ho letto con attenzione la Tua intervista e ritengo, viste anche le condizioni atmosferiche che hanno caratterizzato la gara, che non ci sia stata nessuna bastonata. Personalmente ritengo che hai sostenuto un allenamento più duro degli altri che giornalmente svolgi in vista di traguardi più importanti. Per il resto non ho mai avuto dubbi sul fatto che sei il numero uno sia in Italia che in Europa; gli amici Keniani, si sa, appartengono ad un altro pianeta che, però, tante volte Tu hai visitato anzi dominato. Una sola domanda: ma l'anno prossimo Londra la fai o pensi solo a Pechino. Ciao. Ivan

    Replica al commento

 

Archivio Articoli