stefanobaldini.net

Allure of the Seas, in vacanza con i campioni

 

Allure of the seas: in vacanza con i campioni

Allure of the Seas, la nave più grande al mondo sbarca nel Mediterraneo con Baldini, Bonora, Lecis e Marcianò

Il Corriere dello Sport ha pensato a un’esperienza unica e indimenticabile per tutti coloro che al piacere della vacanza vogliono abbinare la passione per l’attività fisica. E per farlo ha selezionato l’eccellenza dello sport italiano, per un viaggio tutto sport e relax a bordo della regina delle navi da crociera, la più grande al mondo, l’Allure of the Seas di Royal Caribbean, per la prima volta nelle acque del Mediterraneo.

Tra teatri “d’acqua”, parchi naturali, aree pool e sport zone le possibilità di divertimento a bordo sono davvero infinite grazie soprattutto ai quattro campioni selezionati dal Corriere dello Sport, che metteranno a disposizione degli ospiti la propria esperienza sportiva per regalare otto ore giornaliere di attività fisiche mirate e davvero uniche: il maratoneta campione olimpico Stefano Baldini, il fuoriclasse e allenatore di basket Davide Bonora, il re delle onde Alessandro Marcianò e la pluricampionessa di ginnastica aerobica Giovanna Lecis.

Partenza il 27 agosto da Civitavecchia per lasciarsi cullare dalle mille meraviglie galleggianti in viaggio intorno al Mediterraneo verso Napoli, Barcellona, Palma di Maiorca, Marsiglia, La Spezia prima di tornare nel porto laziale.

ALLURE OF THE SEA. Costruita nel 2010, Allure of the Seas, la nave da crociera più grande al mondo insieme a Oasis, è il gioiello architettonico di Royal Caribbean pensato per chi ama la vacanza in mare. 362 metri di benessere, relax, lusso e divertimento per grandi e piccini per un’offerta di intrattenimento ineguagliabile e innovativa nel settore crocieristico.

I 5.042 ospiti che la nave può ospitare nelle 37 differenti categorie di camere e suite disponibili, hanno, infatti, un ventaglio inimmaginabile di attrazioni e spazi tra cui scegliere a bordo, a partire dai sette quartieri diversi, tra cui il “Central Park”, il primo parco naturale a cielo aperto che ospita la bellezza di oltre 12.000 piante vive tutte da ammirare oppure passeggiare per la più grande Royal Promenade e sorseggiare un caffè caldo da Starbucks fino a vivere una vera e propria esperienza ‘‘Dreamworks’’ con i personaggi più amati e divertenti dei film animati più conosciuti come Shrek, Madagascar e Kung Fu Panda.

SPORT E NON SOLO. Studiata per soddisfare i gusti e i desideri di tutti i suoi ospiti, Allure of the Seas di Royal Caribbean offre ben 25 opzioni tra ristoranti e bar, tra cui lo spettacolare bar in movimento sul mare, il ‘‘Rising Tide Bar’’. Svago e divertimento invece ti aspettano a “Boardwalk”, un’area ricca di charme antico dove una giostra artigianale e i distributori di zucchero filato incanteranno gli ospiti più piccoli. E poi, “Area Pool” e “Sport Zone” con due simulatori di surf, il parco acquatico H2O, la prima “Beach Pool” a bordo di una nave da crociera, quattro piscine e dieci vasche idromassaggio, un campo da basket e pallavolo, mini golf, pattinaggio sul ghiaccio, una parete per le arrampicate in alto mare, il lancio con la Zip Line (la prima fune sospesa sopra la Boardwalk) e per finire anche una pista da jogging. E per non farsi mancare proprio nulla l’AquaTheater è pronto a regalare coreografie acquatiche mozzafiato mentre relax e benessere sono garantiti da “Vitality at Seas”, la più grande SPA mai concepita a bordo di una nave da crociera.(corrieredellosport.it)

INFO E PRENOTAZIONI Viaggiare Tel. 06 454101 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Stefano ospite alla serata della Lega contro i tumori

 "SERATA D'ONORE - LILT REGGIO EMILIA ECCELLENZA NAZIONALE"

La LILT di Reggio Emilia, in occasione del riconoscimento ricevuto per il coordinamento della Rete di Eccellenza Nazionale LILT sugli interventi di Promozione della Salute legati agli stili di vita a rischio (fumo, alcol, alimentazione scorretta, sedentarietà, stress, disagio relazionale e psicofisico)

presenta

 

LA SERATA D'ONORE AL TEATRO VALLI

31 MARZO 2015

 

Tanti sono gli artisti che hanno voluto renderci omaggio e che saranno presenti alla serata

MUSICA

Antonella Lo Coco, Lorenzo Campani, Marco Ligabue, i DeSamistade (musiche di De Andrè), Beppe Carletti

 

SPORT

Grissin Bon Reggio Emilia, Giuliano Razzoli, Stefano Baldini, Associazione Calcio Reggiana

 

FOTOGRAFIA, ARTE E CULTURA

Ivano Bolondi, Marino Iotti e Marcello Mazzoni, Franco Bonetti, Angela Govi

 

GRANDE SORPRESA IN ESCLUSIVA…VIDEOMESSAGGIO DI:

Ligabue, Ivana Spagna e lo ChefBruno Barbieri

 

Presentano: Stefania Bondavalli e Antonio Mosti

 

Il ricavato sarà interamente devoluto alla ricerca sulla prevenzione

"Deejay Training Center" a Pasqua diventa "Riccione Training Center"

A Pasqua Riccione si trasforma in una palestra outdoor. Dal 5 all'11 aprile DeeJay Training center, la trasmissione con Linus, il CT della nazionale di ciclismo Davide Cassani e il campione olimpico Stefano Baldini pensata per "chi lo sport lo fa", diventa per la prima volta live e arriva in Piazzale Roma per una settimana dedicata al running, al cycling e ad altre discipline adatte a tutte le età. Per l'occasione in Piazzale Roma prenderà vita un vero e proprio Village che ospiterà sia il Deejay Truck per le dirette di Deejay Chiama Italia - con Linus e Nicola Savino - e Deejay Training Center con i protagonisti del mondo dello sport, sia un'area per allenarsi sulle bike, con gli specialisti Technogym, partner dell'evento. Per tutta la settimana sarà inoltre possibile dedicarsi al wellness grazie ad un calendario giornaliero di corsi che vanno dal pilates allo yoga, dallo step alla zumba. Non mancherà un'area riservata ai più piccoli, il gioca-wellness, dove far divertire i bambini mentre i genitori si allenano e sensibilizzare le famiglie sull'importanza dell'attività fisica, visti i dati sempre più allarmanti dell'obesità infantile. I testimonial, Cassani e Baldini, saranno anche coinvolti sul territorio grazie a due iniziative firmate Enervit, 4 sessioni, due di corsa e due di bici, guidate proprio da loro.

www.facebook.com/DeejayTrainingCenter?fref=ts

Stefano per Garmin Forerunner

 

www.garminforerunner.it

Il 2015 vedrà Garmin protagonista nel panorama del podismo nazionale grazie al suo primo circuito di gare sulla distanza dei 10 chilometri. Quattro le date in programma nel tour Garmin Forerunner 10K che andrà a toccare le città di Jesolo, Monza e Viareggio, per poi concludersi a Venezia in occasione della Venicemarathon. Con Garmin un partner d’eccellenza come Asics che parteciperà in prima persona all’iniziativa Sport Camp per fornire a tutti gli appassionati utili consigli per vivere al meglio la propria passione per il running, anche grazie ai consigli degli specialisti Enervit, fornitori del circuito. Testimonial d’eccezione l’oro di Atene 2004, Stefano Baldini, protagonista d’eccellenza del podismo italiano e da oggi entrato a pieno titolo nella scuderia Garmin.

Il numero di appassionati per la corsa è in forte crescita, testimonianza di come uno sport “semplice” sia in grado di riunire persone diverse, accomunate da un’unica grande passione. Da anni Garmin ha saputo intercettare questa passione diventando una azienda di riferimento nel settore della tecnologica per il running, in particolar modo con l’ormai storica famiglia di GPS Forerunner, veri e propri must have al polso dei runner di qualsiasi livello. Ed è proprio da qui che parte il nuovo progetto che vedrà impegnata l’azienda lungo tutto il corso dell’anno con Garmin Forerunner 10K, un circuito di gare podistiche sulla distanza di 10 chilometri.

Con Garmin anche un partner d’eccellenza come Asics per dare ai runner la possibilità di vivere ancora più consapevolmente la propria passione.

Quattro città, una sola passione: la corsa.

Un vero e proprio poker d’assi, che vede ben quattro città coinvolte nel circuito Garmin Forerunner 10K. Si inizia il 23 maggio a Jesolo dove i 10 chilometri si correranno al tramonto per ammirare l’incantevole paesaggio offerto dal litorale veneziano. Seconda tappa prevista per domenica 31 maggio a Monza, dove il percorso si snoderà all’interno del celebre parco della città e tra i giardini di Villa Reale e, oltre alla 10 chilometri l’organizzazione propone anche una 5K accessibile a tutti. Terzo appuntamento da segnare in calendario è sabato 11 luglio che vedrà come location il lungomare di Viareggio, ideale per un evento in grado di unire agonismo e divertimento. Sia la prova di Monza che quella di Viareggio offriranno anche una 5K non competitiva. E non poteva esserci un gran finale migliore se non la Venicemarathon del 25 ottobre in occasione della quale, a fianco della maratona della laguna, prenderà il via una 10 chilometri che attraverserà il Canale della Giudecca, fino al Canal Grande, passando per Piazza San Marco, in un crescendo di spettacolo non solo sportivo ma anche artistico.

Come funziona Garmin Forerunner 10K

Ad ogni tappa del circuito verranno premiati i primi tre vincitori assoluti, uomo e donna, e il primo di ogni categoria. Inoltre verrà istituita una Superclassifica finale del challenge, che vedrà premiati con un riconoscimento speciale da parte di Garmin, il primo uomo e la prima donna assoluti che avranno partecipato a tutte le quattro gare.

Garmin Sport Camp, per vivere lo sport consapevolmente

Non solo atleti professionisti, ma anche neofiti e principianti, a tutti è rivolta la sfida lanciata dalle quattro date del circuito Garmin Forerunner 10K. Per questo motivo, e per il desiderio di rivolgersi a un vasto pubblico di appassionati, Garmin ha deciso di avvalersi in questo nuovo progetto dell’esperienza di Asics, un partner importante nel campo dello sport, in grado di poter fornire utili e indispensabili consigli per vivere al meglio la propria passione per il running. Con Asics, e con il contributo di Enervit in qualità di fornitore, si forma un pool di aziende con grandi competenze specifiche che animeranno Sport Camp, elemento caratterizzante di Garmin Forerunner 10K. Ad ogni tappa i partecipanti e i visitatori dell’Area Expo troveranno in Sport Camp un luogo dove i runner esperti potranno confrontarsi con tecnici per migliorare le proprie performance, mentre i podisti più acerbi troveranno “consulenti” che li guideranno nel giusto approccio alla corsa.

Una guida a cinque cerchi.

Un evento importante e di così ampio respiro come Garmin Forerunner 10K non poteva che avere un testimonial d’eccezione. Si tratta di Stefano Baldini, vincitore dell’oro nella maratona alle Olimpiadi di Atene 2004 e attuale Direttore Tecnico del settore giovanile della Federazione Italiana di Atletica Leggera. Stefano Baldini, da quest’anno parte della titolata squadra di testimonial Garmin, avrà modo di dare consigli utili e assolutamente preziosi, non solo ai runner più esperti ma anche per chi da poco si è avvicinato al mondo del podismo, sicuramente spronato dall’esperienza di un grande campione e di un maratoneta olimpico. 

Il video con i 10 consigli di Stefano per la mezza maratona

 

www.youtube.com/watch?v=iWA-Xk2QW0U 

Scopri con Enervit ed il campione olimpico Stefano Baldini 10 consigli utili per preparare ed affrontare al meglio una mezza maratona. Il vincitore della medaglia d'oro ad Atene 2004 parla di organizzazione dell'allenamento, aspetti psicologici della gara, studio del percorso, negative split, importanza di avere un coach, allenarsi con le 10k e importanza di recupero e riposo. Il tutto con un occhio particolare per la nutrizione e l'integrazione, a partire dalla colazione. Migliora la tua mezza maratona, con Stefano Baldini ed Enervit.

Stefano tester del percorso dei Campionati Italiani di "mezza"

Il 4 ottobre del 2015 saranno le strade che assegnaranno i titoli dei Campionati Italiani di mezza maratona. Intanto, in attesa dell'appuntamento tricolore, i 21,097 km di Telese Terme (Benevento) sono stati testati nei giorni scorsi da un big assoluto della maratona azzurra: il campione olimpico di Atene 2004, Stefano Baldini. Attuale direttore tecnico del settore giovanile e da poco diventato papà per la terza volta (il 5 gennaio è nato Lorenzo), Baldini ha potuto verificare in prima persona il tracciato della prima edizione della Mezza Maratona della Città Telesina che, oltre a quelle degli Assoluti, metterà in palio anche le medaglie per le categorie Juniores e Promesse.(fidal.it)

Campaccio 2015: il saluto ufficiale di Baldini

Ormai ci siamo, il Campaccio è pronto a farci godere un'altra bella festa del cross. Sono felicissimo di poter scrivere queste parole nei confronti di una manifestazione che negli anni è diventata molto più che un evento sportivo.

Indimenticabili per me sono le prime uscite da allievo e junior su questo percorso, 20 anni di sfide col fango, il sole, il freddo e la nebbia che non mancano mai a San Giorgio. Ho bei ricordi dei CDS del 2005 quando, da poco olimpionico di maratona, il pubblico delle grandi occasioni mi ha letteralmente spinto fino al traguardo. La passione e la competenza dell'Us Sangiorgese vi ha portato nel 2015 ad essere riconosciuti come uno dei cross più apprezzati al mondo.

Questo è il bello del cross, che mette assieme tutti i corridori, dal mezzofondista veloce al maratoneta in modo trasversale, accomunando gli atleti nella fatica ma anche alla grande proprietà didattica che la corsa campestre regala a tutte le specialità della corsa.

Non esiste atleta di alto livello che non si sia messo alla prova nel cross, per le sue qualità allenanti allo sforzo in condizioni che cambiano col cambiare del clima. Lasciatemi dire che questa è la vera scuola della corsa.

Non vedo l'ora di essere sul campo gara a fare il tifo agli atleti di tutte le età che si sfideranno sullo splendido tracciato sangiorgese.

Stefano Baldini

(nella foto,Stefano Baldini al Campaccio 2005)

Stefano Baldini

Cross Campaccio: Stefano relatore al convegno "Atleti si diventa"

 

'ATLETI SI DIVENTA' è il titolo del convegno 2015 al Campaccio

Campaccio, non solo grandi competizioni, ma anche grande attenzione alle problematiche delle corse campestri e dell'atletica in generale.

Come ormai da tradizione quest'anno nel giorno di vigilia, lunedì 5 Gennaio 2015 alle ore 14.30vi sarà un convegno organizzato dall'Associazione Officina Atletica in collaborazione con la U.S. Sangiorgese ed il Centro Studi Fidal dal titolo: ATLETI SI DIVENTA : L'evoluzione da giovane promessa del mezzofondo ad atleta di livello nazione-internazionale'.

A moderare la tavola rotonda lo speaker ufficiale del Campaccio Gianni Mauri, mentre tra i relatori due ospiti d'eccezione quali il direttore tecnico della Nazionale Fidal Massimo Magnani e il direttore tecnico della nazionale giovanili Stefano Baldini, nonchè oro olimpico di maratona ad Atene 2004.

Presenti inoltre diversi altri tecnici di rilievo che racconteranno le loro esperienze sulla 'Comunicazione Allenatore-Atleta', fattore imprescindibile in una crescita di un atleta.

Invitati tutti i tecnici, gli appassionati, gli atleti stessi anche per l'interessante dibattito che seguirà alle teorie dei relatori.

I migliori auguri di Buone Feste

Stefano e tutto lo Staff di stefanobaldini.net augurano Buon Natale e un 2015 pieno di soddisfazioni.

Venerdì e sabato all'expo di Firenzemarathon

Venerdì pomeriggio e per tutta la giornata di sabato Stefano sarà all'expo di Firenze Marathon, presso la palestra dello Stadio Ridolfi (zona Campo Marte in Via Malta) allo stand Asics. Sabato pomeriggio alle 14,30 ci sarà la presentazione del libro scritto da Baldini “Sempre con le ali ai piedi”, ristampato da Fusta Editore in versione aggiornata per festeggiare i 10 anni dell'oro di Atene 2004. Come a Venezia, sarà presente anche lo storico allenatore di Stefano, Luciano Gigliotti, che parlerà del libro scritto quest'anno “Mi chiamavano Professor fatica” in occasione del suo 80° compleanno.

Testimonial alla presentazione di Runcard Fidal

Stamattina presso la Sala Tribuna Autorità dello Stadio Olimpico di Roma molte telecamere e tanti flash puntati sul lancio del progetto RUNCARD. È una conferenza stampa, ma a parlare è la corsa, il running. Entusiasta il presidente FIDAL Alfio Giomi che, affiancato dal Segretario Generale Fabio Pagliara:, dichiara “Le statistiche ci dicono che in Italia ci sono quasi 5 milioni di persone che fanno running a vario livello. Rappresentano una realtà che va oltre quella dei nostri tesserati e Runcard nasce proprio con l’intento di provare a coinvolgerli in quelli che sono i valori e il mondo dell’atletica, sport di vita. Runcard è un invito a promuovere anche la visita medico-sportiva, un aspetto non trascurabile per chi fa sport. La corsa, del resto, è un tipo di attività popolarissima e che incide profondamente nel sociale. E proprio al sociale abbiamo voluto guardare con attenzione destinando una quota fissa delle sottoscrizioni di Runcard ad associazioni impegnate in prima linea come ActionAid e Libera. Con questo progetto, però, ci sta a cuore sostenere concretamente il nostro movimento giovanile: ogni Runcard varrà, infatti, un contributo di 10 euro in favore dei Campionati Studenteschi.Senza dimenticare il "progetto parchi”, collegato a Runcard, che intendiamo portare avanti sul territorio in sinergia con l’ANCI”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il presidente del CONI, Giovanni Malagò al quale oggi è stata consegnata, in formato "oversize", la tessera Runcard numero 13: “Runcard è una grande idea. Basta fare un giro nei parchi di qualsiasi città per rendersi conto di quante persone corrano abitualmente ogni giorno. Veri appassionati che magari non sono mai entrati in contatto con la Federazione e che ora, invece, possono cogliere anche l’importante opportunità della visita medico-sportiva. Runcard potrà contare su tante aziende vicine al mondo dello sport e attente ad offrire servizi specifici per il popolo della corsa. Complimenti anche per tutte le iniziative legate al sociale, state lavorando nella giusta direzione e credo che l’atletica debba partire anche da questo”. Ad accompagnare il numero 1 del Comitato Olimpico nazionale c'erano anche il Segretario Generale Roberto Fabbricini, il Vice Segretario e Responsabile della Preparazione Olimpica Carlo Mornati e l'Amministratore Delegato di CONI Servizi, Alberto Miglietta.

A salutare il lancio del progetto Runcard non potevano due big della maratona azzurra come il campione olimpico di Atene 2004 Stefano Baldini e l’argento mondiale ed europeo Valeria Straneo.

Il consiglio che mi sento di dare – le parole di Baldini – ai tanti amici runners è quello di vivere questa passione sempre con il cuore e il sorriso. Solo così si arriva lontano e si possono raggiungere i propri obiettivi. Come Direttore Tecnico del settore giovanile FIDAL non posso che essere felice dell'impegno concreto di questo progetto a favore dei Campionati Studenteschi”. “Per me la corsa è una passione da sempre – prosegue la Straneo -. Conosco bene il mondo delle corse su strada, anche nella sua dimensione più amatoriale, perché è a partire da quel mondo che mi sono avvicinata a questo sport. Continuo a sentirmi una di loro e forse è anche per questo che oggi sono tantissimi i runners che mi seguono con tanto affetto. Da atleta Runcard mi sembra una gran bella idea perché dà risposte concrete a certe esigenze tipiche di chi ama correre. Da mamma di due bambini mi fa molto piacere sapere che i proventi di questa iniziativa daranno una mano allo sport nella scuola!”.(fidal.it)

Grazie New York

 

Maratona terribile per il gelo Baldini ride e fa beneficenza

di Claudio Lavaggi

L'olimpionico ha chiuso in 2 ore e 45 minuti. In gara altri 90 reggiani

 

LA MARATONA di New York disputata ieri l'hanno vinta ufficialmente due keniani, Wilson Kipsang in 2hl0'59" e Mary Keitany in 2h.25'07". In realtà, o almeno per se stessi, l'hanno vinta i circa 60.000 atleti che sono riusciti a transitare sotto lo striscione posto in Central Park. Tra questi, una novantina i reggiani, capitanati da Stefano Baldini che ha chiuso in 2h45'53" con buona progressione finale. «Come sempre un'esperienza bellissima - dice l'olimpionico dalla Grande Mela - anche se la corsa in se è stata piuttosto difficile. C'era un vento molto forte, con raffiche a 60 chilometri all'ora e con la temperatura di circa 3 gradi le cose si sono complicate». Soprattutto per i tempi modesti dei primi arrivati... «Sì, ma direi per tutti, in tanti sono calati nel finale. I problemi ci sono stati anche in partenza, visto che all'interno delle griglie ñ eravamo già un ora e mezza prima dello sparo. Ovviamente questi sono dati che a me importano relativamente, io sono venuto a New York per portare avanti l'impegno del progetto dell'Ascmad Prora e per divertirmi. Credo che sia fondamentale dare una mano alla sanità pubblica, per permettere agli ammalati reggiani di potersi curare nella loro città. Riguardo al divertimento, beh, devo dire che ho corso con Andriani e abbiamo riso dal primo metro all’ultimo».(CarlinoReggio)

A New York un sorriso lungo 2h45' per la Onlus Ascmad-Prora

 

 

Freddo e vento l’hanno fatta da padrone e la Tcs New York City Marathon di oggi è stata più difficile del previsto, con i tempi dei vincitori visibilmente appesantiti dalle condizioni meteo. Condizioni che invece non hanno impedito a Stefano Baldini di portare a termine con grande soddisfazione e col sorriso sulle labbra la sua maratona in compagnia dell’amico Ottavio Andriani. Immancabile il negative split (seconda mezza più veloce della prima di 1’20”), tanto impegno e un po' di sana fatica per sostenere la Onlus Ascmad-Prora che vuole accelerare, attraverso una raccolta fondi, l’apertura del nuovo reparto di Gastroenterologia e Endoscopia dell’Ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia. Bravo Stefano! www.iomimpegno.com

Stefano a New York pronto per la maratona benefica

 

Tutto è pronto alla New York City Marathon 2014. Oggi giornata di pioggia, mentre domani il clima dovrebbe essere più piacevole con cielo nuvoloso e una temperatura tra i 3 e i 9 gradi durante la giornata. Stefano partirà nella prima onda alle 9,40 (15,40 italiane) col suo pettorale 1355 e la divisa Born2run che evidenzierà anche il logo “Io mi impegno”, l’iniziativa benefica che l’olimpionico di Atene sostiene da tempo. Il progetto della Onlus Ascmad-Prora vedrà la luce tra il 2015 e il 2016 con l’apertura del nuovo reparto di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva dell’Ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia. Forza Stefano! www.iomimpegno.com

New York, pettorale 1355, si corre per Ascmad-Prora

 

Conto alla rovescia per la TCS New York City Marathon, in programma domenica 2 novembre, con il sindaco Bill De Blasio che loda Mary Wittenberg, presidente e CEO della New York Road Runners, e la sua maratona.  «Mary e il suo team hanno fatto qualcosa di straordinario per questa città. Quest’anno la gara avrà un attimo speciale perché ad un certo punto il milionesimo runner nella storia della maratona taglierà il traguardo. Si tratta di un momento importante che attesta quanto è stato fatto finora».

 

Il Sindaco è intervenuto in occasione della conferenza stampa organizzata al convention center Jacob K. Javits, lo stesso stesso stabile dove si trova l’Expo e dove i maratoneti di Born2Run hanno ritirato il pettorale della maratona. E fra i tanti runners c’erano Stefano Baldini, Ottaviano Andriani e il pianista Maurizio Baglini.

«Quest’anno – ha spiegato di Campione di Atene 2004 – correrò per la seconda volta da amatore.

L’andatura che vorrei mantenere è sui quattro minuti al chilometro, mi piacerebbe infatti terminare la gara in 2 ore e 47 minuti. Un ritmo un po’ più lento rispetto a quello di un anno fa (nel 2013 la chiusi in 2 ore 43 minuti) dato che sono meno allenato. La correrò per l’Ascmad Prora onlus, l’associazione per lo Studio e la cura delle Malattie dell’Apparato Digerente – Progetti Radioterapia, che ha sede a Reggio Emilia. Lo slogan della campagna pubblicitaria è “Io mi impegno”».

Correrà per beneficenza anche l’ex top atleta Ottaviano Andriani, che farà la NYCM per la prima volta da “amatore”.

«Ho già corso due volte la 42 Km della Grande Mela, nel 2003 e nel 2004, ricordo che mi piazzai nei primi dieci. Quest’anno la correrò nuovamente ma da atleta non professionista; lo scorso gennaio ho compiuto quarant’anni e la maratona di New York è il più bel regalo che mi potessi fare. Correrla poi per raccogliere fondi a favore della Fondazione ANT mi ha dato nuovi stimoli e motivazioni».

 

Due campioni che correranno fianco a fianco per un fine benefico, e lo faranno insieme a migliaia di maratoneti provenienti da tutto il mondo, e naturalmente insieme ai “Nati per Correre”.

Oltre duemila gli italiani ai nastri di partenza fra cui i maratoneti di Born2Run; un bel numero che non è sfuggito a Mary Wittenberg.

«New York e la sua maratona amano l’Italia e sono felici che ogni anno ci siano numeri importanti di maratoneti italiani. Good luck a tutti i runners di Born2Run!». www.iomimpegno.com (born2run.it)

 

 

Archivio Notizie