stefanobaldini.net

103 allievi e Junior a Rieti

E' iniziato oggi a Rieti il raduno giovanile di primavera. Fino a sabato 30 marzo, qui si allenerà una selezione di Allievi e Juniores, affiancati dai rispettivi tecnici, in proiezione di una stagione estiva che per gli under 20 si preannuncia ricca di appuntamenti internazionali. Mancano, infatti, meno di quattro mesi agli Europei Juniores che si disputeranno, dal 18 al 21 luglio, proprio a Rieti. Il sogno della maglia azzurra è qualcosa che fa brillare gli occhi di tutti questi ragazzi. Sguardi che si accendono anche quando, nel corso dell'apertura ufficiale del raduno, il presidente FIDAL, Alfio Giomi ricorda Pietro Mennea: "Il messaggio che un grande campione come Mennea ha lasciato soprattutto a voi giovani è quello che, al di là del talento, sono il lavoro e l'allenamento alla fine che pagano veramente. Nello sport e nella vita, senza scorciatoie". "Vengo dall'esperienza personale dell'organizzazione di Europei e Mondiali Juniores a Grosseto - aggiunge Giomi - e ritengo che qui a Rieti ci siano tutte le condizioni per fare un grande Europeo Juniores con una grande squadra azzurra".

"Abbiamo convocato qui 103 atleti - prosegue Stefano Baldini, l'olimpionico di Atene 2004 oggi Direttore Tecnico del settore giovanile - e sappiamo bene che a casa ce ne sono almeno altrettanti che si stanno allenando per esserci la prossima volta. Veniamo da una stagione invernale nel corso della quale, tra indoor e lanci, sono stati riscritti 14 primati italiani under 20 e che si è appena conclusa con il bel sesto posto della squadra junior maschile ai Mondiali di cross di Bydgoszcz, un risultato che l'Italia non raggiungeva da 19 edizioni. Ora ci attende un'estate con importanti impegni internazionali da onorare: Mondiali Allievi ed Europei Juniores su tutti. Il quadro attuale ci fa ben sperare anche perchè, ad oggi, già 29 Juniores e altrettanti Allievi hanno raggiunto i minimi di partecipazione per le rispettive rassegne di categoria dove ci aspettiamo soprattutto che ognuno riesca a tirare fuori il meglio di sè nell'occasione che conta.Tra le due manifestazioni contiamo di portare 130 atleti in Nazionale, anche perchè c'è un vero e proprio boom di ragazzi in grado di fare il minimo. Ben vengano, quindi, eventuali difficoltà sulle scelte che sia ben inteso avverranno sempre senza pregiudizi, ma solo nel pieno rispetto dei criteri federali. In particolare, a Rieti potremo contare su un impianto super! Non c'è paragone con Tallinn 2011, qui abbiamo anche una pista azzurra che senz'altro ci darà qualcosa in più". Parole ovviamente condivise anche dal DT organizzativo Massimo Magnani, presente a Rieti dove gli atleti sono accolti presso la foresteria della Scuola del Corpo Forestale, diretta dal comandante Umberto D'Autilia.

Gli azzurrini possono contare anche sulla presenza di un'altra grande campionessa olimpica dell'atletica azzurra, Gabriella Dorio, sempre impegnata nella sua missione di tutor. A Roberta Bruni, 19 anni appena compiuti, spetta, invece, il ruolo di capitano della Nazionale junior. L'avvio del 2013 ha portato la giovane astista della Studentesca CaRiRi, già bronzo dei Mondiali junior, a riscrivere, per due volte e fino a 4,60, il primato italiano assoluto della specialità al coperto. Poi per lei anche il debutto in Nazionale assoluta agli Euroindoor di Goteborg. Ma ora il suo pensiero va alla rassegna continentale under 20 da giocarsi di fronte al pubblico di casa, nell'impianto dove si allena da sempre. "Mancano ancora 112 giorni agli Europei Juniores. C'è ancora tempo e voglio vivere con positività questa attesa, senza pensare troppo di essere la favorita. So di poter contare su una squadra molto unita che di sicuro saprà trasmettermi tanta energia. Siamo un bel gruppo e questa è la nostra forza. Goteborg mi ha insegnato molto, anche se in fondo non posso nascondere che mi aspettassi qualcosa di più. L'emozione si è sentita e non sono riuscita ad adattarmi perfettamente al contesto agonistico. Tutta esperienza di cui far tesoro come quella del raduno federale a Clermont-Ferrand da cui sono appena rientrata. Lì è dove si prepara anche il campione olimpico Renaud Lavillenie e in quei giorni io ho avuto la possibilità di allenarmi anche con la primatista mondiale junior Angelica Bengtsson. Ormai ci conosciamo da un po' e anche stavolta mi ha detto che devo essere io a riscrivere i suoi primati. Al coperto mi mancavano 3 centimetri (il record è 4,63, ndr), mentre all'aperto ripetendo il mio 4,60 sarei sopra di 2 (il record è 4,58, ndr). Vedremo, un passo alla volta nell'estate che porta al sogno dei Mondiali assoluti di Mosca"

 

Gli azzurrini possono contare anche sulla presenza di un'altra grande campionessa olimpica dell'atletica azzurra, Gabriella Dorio, sempre impegnata nella sua missione di tutor. A Roberta Bruni, 19 anni appena compiuti, spetta, invece, il ruolo di capitano della Nazionale junior. L'avvio del 2013 ha portato la giovane astista della Studentesca CaRiRi, già bronzo dei Mondiali junior, a riscrivere, per due volte e fino a 4,60, il primato italiano assoluto della specialità al coperto. Poi per lei anche il debutto in Nazionale assoluta agli Euroindoor di Goteborg. Ma ora il suo pensiero va alla rassegna continentale under 20 da giocarsi di fronte al pubblico di casa, nell'impianto dove si allena da sempre. "Mancano ancora 112 giorni agli Europei Juniores. C'è ancora tempo e voglio vivere con positività questa attesa, senza pensare troppo di essere la favorita. So di poter contare su una squadra molto unita che di sicuro saprà trasmettermi tanta energia. Siamo un bel gruppo e questa è la nostra forza. Goteborg mi ha insegnato molto, anche se in fondo non posso nascondere che mi aspettassi qualcosa di più. L'emozione si è sentita e non sono riuscita ad adattarmi perfettamente al contesto agonistico. Tutta esperienza di cui far tesoro come quella del raduno federale a Clermont-Ferrand da cui sono appena rientrata. Lì è dove si prepara anche il campione olimpico Renaud Lavillenie e in quei giorni io ho avuto la possibilità di allenarmi anche con la primatista mondiale junior Angelica Bengtsson. Ormai ci conosciamo da un po' e anche stavolta mi ha detto che devo essere io a riscrivere i suoi primati. Al coperto mi mancavano 3 centimetri (il record è 4,63, ndr), mentre all'aperto ripetendo il mio 4,60 sarei sopra di 2 (il record è 4,58, ndr). Vedremo, un passo alla volta nell'estate che porta al sogno dei Mondiali assoluti di Mosca"

Ad accogliere gli under 20 azzurri sono le strutture dello Stadio "Raul Guidobaldi", dove oggi hanno più volte incrociato "big" come gli sprinter della 4x100 azzurra primatista d'Italia Simone Collio (affiancato dalla compagna Ivet Lalova) e Roberto Donati e Andrew Howe, intenti nei rispettivi allenamenti. E proprio sul recordman nazionale del lungo, il presidente Giomi ha così commentato a margine: "Howe deve prendersi tutto il tempo che serve per recuperare, senza fretta. Solo così potrà tornare ad esprimersi per il grande campione che è".

Nel corso del raduno vengono effettuati anche una serie di test attraverso la strumentazione e i nuovi software Free Run e Free Power Next di Sensorize, azienda che continua il suo rapporto di collaborazione con la Federazione. Lo staff di valutazione del Centro Studi & Ricerche FIDAL sta, invece, producendo come di consueto delle video-analisi che saranno poi messe a dispozione dello staff tecnico. Stasera, inoltre, il dott. Enrico Arcelli, appena nominato nel Comitato Scientifico federale, terrà un seminario per atleti e tecnici dedicato ad un tema centrale nella vita di ogni sportivo: l'alimentazione.

Il calendario della rassegne internazionali giovanili 2013
22-27 giugno, Coppa Jean Humbert - Karlovy Vary (Rep. Ceca)
10-14 luglio, Campionati Mondiali Allievi - Donetsk (Ucraina) 
14-19 luglio, EYOF - Utrecht (Paesi Bassi) 
18-21 luglio, Campionati Europei Juniores - Rieti
27 novembre - 4 dicembre, Gymnasiade - Brasilia (Brasile)(a.g.fidal.it)

    Aggiungi un commento...

     

    Archivio Notizie