stefanobaldini.net

Petrucci fa il bilancio della sua presidenza Coni e incorona Stefano

Dalla rassegna stampa di oggi, grazie Presidente!

 

Gazzetta dello sport

Il momento più bello della storia dello sport italiano è la vittoria di Baldini all'ultimo giorno dell'Olimpiade di Atene”

E' stato il suo ultimo Natale come presidente del Coni, sta per iniziare l'anno del suo grande ritorno alla Federbasket. E Gianni Petrucci riesce a sorprendere nel suo ultimo bilancio annuale da leader dello sport italiano. "Il mio personaggio sportivo italiano del 2012? Jessica Rossi. E vi spiego perché: in Italia si parla solo di calcio. E' una campionessa, imbattibile, come ce ne sono tanti. Di negativo ci sono solo i casi di doping: noi ce la mettiamo tutta ma quando ti capitano cose del genere, ti cade il mondo addosso. Siamo umani e sbagliamo, ma abbiamo la coscienza pulita: spero che anche altri ce l'abbiano".

EMOZIONI UNICHE — Petrucci guarda anche alle stagioni passate: "Il momento più bello della storia dello sport italiano è la vittoria di Baldini all'ultimo giorno dell'Olimpiade di Atene, con il presidente Ciampi che mi chiamò quando aveva tagliato il traguardio. Non dimentico naturalmente lo scandalo del calcio ma sono più le cose che ho avuto che dato. Lo sport è la cosa più bella del pianeta: ci sono valori più importanti come la famiglia, la correttezza e l'onestà, ma lo sport ti regala emozioni uniche".(Gasport)


Repubblica

Un bilancio fatto di tante vittorie e di qualche pagina amara. E la constatazione "triste" che in vista delle prossime elezioni "in tutti i programmi politici non ci sia una parola sullo sport". Il presidente del Coni, Gianni Petrucci, a Sky Sport 24, racconta la sua lunga permanenza ai vertici del Coni, giunta orma agli sgoccioli e non fa mancare qualche bacchettata.

IL RICORDO PIU' BELLO - Nella sua carrellata, spazio prima di tutto per i ricordi più belli: il punto più alto è legato al trionfo di Stefano Baldini nella maratona di Atene 2004. ''Io stavo correndo verso lo stadio perché avevo capito che il nostro atleta stava per vincere. E' stato un momento esaltante, con la telefonata del presidente Ciampi e l'esecuzione dell'inno di Mameli per chiudere i Giochi''. Attualizzato a Londra 2012 la copertina spetta a un oro olimpico al femminile. ''Il momento più bello è la medaglia vinta da Jessica Rossi'', dice Petrucci, ripensando all'exploit della 20enne nella gara di trap. ''Ora, attorno a quest'atleta, la federazione deve costruire''. Il 2012 non ha riservato gioie olimpiche a un'altra donna d'oro dello sport azzurro, Federica Pellegrini. ''E' un fenomeno e dai fenomeni ci si aspetta tutto per il futuro. Lei chiede un allenatore (il francese Philippe Lucas) e la federazione sta lavorando per questo. Ha carattere e personalità, darà ancora grandi gioie allo sport italiano'', afferma Petrucci.

La Stampa

L’oro olimpico di Jessica Rossi è il momento più bello del 2012, gli scandali doping sono le pagine nere. Gianni Petrucci, presidente uscente del Coni, riavvolge il nastro e ripercorre l’anno impreziosito dai successi azzurri alle Olimpiadi di Londra. «Il momento più bello è la medaglia vinta da Jessica Rossi», dice Petrucci, a Sky Sport, ripensando all’exploit della 20enne nella gara di trap. «Ora, attorno a quest’atleta, la federazione deve costruire», dice Petrucci. In assoluto, dice il numero 1 dello sport italiano, il ricordo più bello è legato al trionfo di Stefano Baldini nella maratona di Atene 2004. «Io stavo correndo verso lo stadio perché avevo capito che il nostro atleta stava per vincere. È stato un momento esaltante, con la telefonata del presidente Ciampi e l’esecuzione dell’inno di Mameli per chiudere i Giochi», dice Petrucci.

Eurosport.it

Tempo di bilanci, per il presidente del Coni Gianni Petrucci, intervenuto in collegamento da Bormio a Skysport 24 per commentare un 2012 che sta ormai vivendo gli ultimi giorni, così come la sua esperienza alla guida dello sport italiano. "Il momento più bello della storia sport italiano - ricorda Petrucci, riferendosi alla sua lunga presidenza - è stata la vittoria di Baldini all'ultimo giorno delle Olimpiadi di Atene, con il presidente Ciampi che mi chiamò quando aveva tagliato il traguardo. Io stavo correndo allo stadio perchè avevo capito che stava vincendo un italiano: l'inno di Mameli all'ultimo giorno, siamo stati al centro dell'attenzione del mondo. Non dimentico naturalmente lo scandalo del calcio ma sono più le cose che ho avuto rispetto a quello che ho dato. Lo sport è la cosa più bella del pianeta: ci sono valori più importanti come la famiglia, la correttezza e l'onestà, ma lo sport ti regala emozioni uniche".

 

     

    Archivio Notizie