stefanobaldini.net

Stefano Baldini calciatore nella “Partita del Cuore”

La sfida della 25a edizione della Partita del Cuore sarà tra Nazionale Cantanti e Italia Mondiale. LO Stadio Bentegodi di Verona sarà la sede della sfida a scopo di solidarietà, grazie allo sport ed allo spettacolo. Diretta su Rai Uno dalle 20,30 lunedì sera per vedere in veste insolite anche il Campione Olimpico di Maratona.

Tra gli sportivi in campo numerosi medagliati degli ultimi Giochi Olimpici oltre Stefano Baldini anche Lorenzo Bernardi, Jury Chechi, Giorgio Di Centa, Enrico Fabris, Andrea Lucchetta, Filippo Magnini, Aldo Montano, Antonio Rossi, Massimiliano Rosolino, Armin Zoeggeler e il campione del mondo di ciclismo Maurizio Fondriest, guidati dal Presidente del CONI Giovanni Petrucci e dal Segretario Nazionale Raffaele Pagnozzi. Gli atleti, oltre a sostenere la causa della Partita del Cuore, saranno presenti per promuovere la Giornata Nazionale dello Sport, il cui slogan del 2006 è "Lo sport ci accende" e che sarà celebrata con diverse manifestazioni in tutta Italia il prossimo 4 giugno.

Stefano Baldini sorride pensando che sarà in campo per giocare a calcio. La mattina ma anche il pomeriggio farà i suoi consueti allenamenti. Certamente più blando nel pomeriggio a Verona. “Ci vedremo con gli altri e con il mister, che sarà Giampaolo Montali. Non gioco a calcio da qualche anno, credo 3, avevo sempre fatto una partita in beneficenza. Ho un paio di scarpe di calcio, non le vedo da allora le andrò a prendere. Giocherò una trentina di minuti, o non so, vediamo, sarà solo divertimento.”

Se si pensa a Stefano Baldini come calciatore si potrebbero ipotizzare dei ruoli? Magari il mediano, che è sempre il motore di una squadra, instancabile e sempre giocare per la squadra. Invece Baldini, sorprende. Il suo ruolo congeniale è un altro. “Giocavo ala, mi piace e quando ero ragazzo mi piaceva stare sulla fascia. Ho un buon dribbling, diciamo alla Bruno Conti, non posso assolutamente lamentarmi. So giocare a calcio, su questo non c’è dubbio. Ma ci sarà da ridere a vederci”.
Certamente la cosa più importante è non farsi male, poi per il pubblico la novità è vedere tanti campioni che seguiranno il pallone. Servirà anche per ridare un po’ di vita semplice allo sport più popolare e amato d’Italia.  
Olter agli atleti in campo anche gli attori Neri Marcoré e Nicolas Vaporidis (giovane interprete del film di successo "Notte prima degli esami").

La manifestazione che ha ricevuto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, ed è organizzata in collaborazione con Coni, Provincia di Verona, Regione Veneto e Segretariato Sociale Rai, quest’anno ha deciso di sostenere in particolare tre associazioni di beneficenza: ABEO - Associazione Bambino Emopatico Oncologico- che svolge attività di sostegno economico e morale alle famiglie dei bambini affetti da leucemie e tumori solidi; ADMO - Associazione Donatori Midollo Osseo - impegnata a diffondere cultura e informazione sulla donazione e il trapianto di midollo osseo ; AIL - Associazione Italiana contro le leucemie - impegnata nella lotta contro le malattia ematologiche e nel miglioramento della vita dei malati e dei loro familiari.
Numerosi sono i modi per contribuire a questi progetti di solidarietà. Innanzitutto l’acquisto dei biglietti per la partita, disponibili dal 5 maggio presso tutte le filiali Unicredit di Verona e provincia e presso FNAC Verona. Ogni biglietto darà diritto a ricevere, la sera del 22 maggio allo stadio, il DVD ufficiale "special edition" con il film della Nazionale Cantanti: immagini, gol e canzoni della "squadra del cuore" che festeggia quest’anno l’importante anniversario di 25 anni di attività. Si può infine contribuire ai progetti sostenuti dalla Partita del Cuore donando da subito e fino al 9 giugno, 2 euro con un sms al numero solidale 48545 per i clienti TIM, Vodafone, Wind e Telecom Italia o con una chiamata da rete fissa Telecom Italia. I gestori devolveranno l’intero ricavato alle Associazioni.

Aggiungi un commento...

 

Archivio Notizie