stefanobaldini.net

Trento saluta Baldini

Stefano Baldini è ancora re di Trento, re del Giro al Sas. Anche se l'infortunio rimediato nell'allenamento di mercoledì ha impedito al olimpionico di Atene 2004 di prendere parte alla 64ima edizione della prestigiosta trentina. Una gara che il suo manager ed amico Gianni Demadonna aveva disegnato su misura per lui, per celebrare l'ultimo atto della gloriosa carriera di uno dei più grandi di sempre.

Ma anche se "in borghese", anche se infortunato, Baldini è stato il protagonista indiscusso della serata in Piazza Duomo a Trento, una piazza piena di persone, di amici, di tifosi pronti ad applaudirlo ancora una volta. E lui, al suo solito, non si è tirato indietro, al limite della commozione durante il giro d'onore, mentre negli occhi di tutti scorreva il ricordo di quell'indimenticabile traguardo d'oro a cinque cerchi. Emozione che corre e scorre a fiumi, quindi. "Avrei preferito congedarmi correndo il Giro al Sas - ha commentato Baldini - a questa corsa sono particolarmente affezionato e l'ho vinta tre volte, ma il destino ha voluto che non fossi in gara. Ho sentito molto la vicinanza del pubblico di Trento e non nascondo che mi sono commosso. Adesso si volta pagina con un po’ di malinconia, ma con la volontà di restare sempre il più vicino possibile al mondo dell’atletica". Gli applausi scrosciano, così come durante la gara, dove un Lalli in grande forma sembra quasi volersi mettere in evidenza nel giorno dell'addio del grande Baldini. Si affaccia più volte in testa al gruppo quasi completamente africano, resta costantemente nel vivo della gara per cedere solo nel finale, quando il keniano Edwin Soi, bronzo nei 5000 a Pechino, trova lo spunto per bissare il successo dello scorso anno, al termine dei 10 chilometri previsti, percorsi in 28'46. A completare il podio ci pensano Wilson Busienei, l'ugandese della Quercia, ed una vecchia volpe come l'ucraino Sergiy Lebid.  Il finanziere molisano Lalli chiude sesto (28'55) come lo scorso anno.(fidal.it)

  • Veronica

    Inserito alle 2010-10-11 14:23:25

    E vero che rammarico un poco di non essere venuta, ma la perspettiva di una giornata in montagna e di compire accessoriamente la mia 125a maratona era troppo forte. Comunque, Re di Trento è solo passeggero, l\'Olimpo è per sempre.

    Replica al commento

  • andrearain

    Inserito alle 2010-10-13 08:32:44

    A me sinceramente questo congedo di Baldini è piaciuto poco. Tutta la corsa era incentrata su di lui ed il suo passato invece non ha partecipato. Perchè? Per un piccolo fastidio muscolare? Ci si poteva anche passare sopra visto che era proprio l\'ultima gara e che nessuno ma proprio nessuno si aspettava di vederlo primo, ma neanche secondo o terzo. Sono almeno due anni che non è più al top. Su tutta la sua carriera niente da dire ma un piccolo sforzo per gli appassionati lo poteva fare. E\' rimasto un pò vittima del suo stesso personaggio...

    Replica al commento

  • ATLETICA90SPC

    Inserito alle 2010-10-14 18:55:12

    SEI UN GRANDEEEEEEEEEEEEEEEEEEE !!!
    TUTTA L\' ASD ATLETICA \'90 SAN PIETRO IN CASALE E\' CON TE.
    STEFANO

    Replica al commento

  • rprudente

    Inserito alle 2010-10-18 16:40:19

    Dai Stefano, non preoccuparti. Anche se c\'è un po\' di delusione perchè volevamo vederti in una corsa per l\'ultima volta, non credo proprio che tu sia rimasto vittima del tuo stesso personaggio. Un infortunio è sempre un infortunio !
    Comunque per il futuro ti vorrei commentatore in tv per le prossime maratone. Che dici ? Si può fare?
    Ciao mitico campione !

    Replica al commento

Aggiungi un commento...

 

Archivio Notizie