stefanobaldini.net

Gigliotti intervistato da Fidal.it

Maratona, Baldini e gli azzurri verso gli Europei

Sei uomini e tre donne. L'Italia della maratona scommette su di loro per Barcellona. E aspetta il ritorno di Stefano Baldini. L'olimpionico di Atene 2004 è sceso, dopo quattro settimane, dal raduno in altura di Livigno e si prepara domenica 18 luglio ad un test di 10 km su strada alla Bupa Great North 10k di Sunderland (GBR). Qui il campione europeo di Goteborg 2006 dovrà vedersela con il keniano, recordman della maratona di Boston (2h05.52), Robert Kiprono Cheruiyot e con l'austriaco Weindlinger, uno degli avversari più quotati anche in ottica Barcellona.

"Stefano - racconta il caposettore azzurro della maratona Luciano Gigliotti - oggi è un atleta che deve cercare di non guardarsi indietro, senza più pensare ai suoi grandi successi del passato. Abbiamo lavorato su questo per costruire il Baldini del 2010, quello che ha voluto fortemente tornare a vestire l'azzurro per Barcellona e completare qui la sua carriera. La sua arma vincente è sempre stata quella di riuscire a gestire al meglio la gara a livello nervoso ed è quella su cui dovrà fare affidamento per la maratona degli Europei. E' vero, gli anni sono passati e la macchina ormai è un'altra, ma quel carattere e quello spirito sono sempre presenti in lui. Peccato per le difficoltà patite ad inizio anno che ci hanno portato a cambiare programmi, saltando la maratona di Treviso dove Baldini puntava ad un test da 2h11'-2h12'. Ci abbiamo, però, creduto comunque e abbiamo finalizzato la preparazione solo su Barcellona. Oggi posso dire che la sua condizione è in crescita. Personalmente sono ottimista, ma con i piedi per terra e ambizioni realiste. Gli avversari? Il capolista stagionale del Vecchio Continente è il moldavo Iaroslav Muşinschi (2h08:32, ndr), ma il favorito per me resta lo spagnolo Martinez".       

A Barcellona, però, l'Italia dovrà puntare anche sulla squadra.
"E' vero, ma oltre a Baldini, il 1° agosto in chiave individuale non dimentichiamo Pertile. Ruggero, dopo l'operazione al piede a cui si è sottoposto alla fine dello scorso anno, ora sta bene. Ha avuto solo un piccolo problema ai denti superato con un cura di antibiotici, da cui però si è ben ripreso. Lui e il resto del gruppo hanno chiuso il raduno a Livigno con bel lungo in quota di 2h20, affrontato con una bella facilità di corsa e chiudendo forte. Un buon segnale per un'Italia, dententrice della Coppa Europa di maratona, e che anche a Barcellona cercherà punti preziosi per scalare la classifica a squadre. Anche se stavolta non sarà facile ripetersi. Per questo contiamo anche su Andriani e Caimmi, insieme a Curzi e Bourifa. A Barcellona, per certi versi, con questa squadra si chiuderà un ciclo portato avanti da questi ragazzi che tanto hanno dato alla nostra disciplina, mentre Pertile pensa alle Olimpiadi di Londra 2012. Per il futuro abbiamo qualche nome da esplorare e sul quale investire. Penso a Meucci che abbiamo visto all'esordio in marzo alla maratona di Roma, a Lalli, ma anche a Gualdi".

Quali le aspettative sul versante femminile?
"Console e Incerti stanno molto bene e possono essere protagoniste anche a livello individuale. La Toniolo sarà, invece, la "donna a squadra". Contiamo su di lei per cercare spazio sul podio della classifica di Coppa Europa, vinta quattro anni fa a Goteborg. Quella del 31 luglio dovrebbe essere una gara tattica, con partenza alle 10 del mattino dove tutte dovranno fare i conto con il caldo e l'umidità. Dovendo fare delle ipotesi, mi aspetto un gruppo numeroso almeno fino al 25° km per poi andare avanti e fare selezione. Va detto che, in campo femminile, la concorrenza straniera si preannuncia molto più qualificata dove la squadra Russia, sulla carta, è candidata ad un ruolo di primo piano, mentre, sul piano individuale, occhio alla britannica Yamauchi, alla tedesca Mockenhaupt e alle due keniane con passaporto europeo Kibet (Olanda) e Andersson (Svezia)".

Cosa prevede l'agenda degli azzurri da qui a Barcellona?
"Concluso il raduno in altura, tutti rifiniranno la preparazione direttamente a casa. Andriani e Pertile saranno in gara domenica sulla 10 km di della Corrinsieme di Santa Caterina sullo Jonio (CZ)".

a.g.

Campionati Europei 2010
Barcellona (ESP), 26 luglio - 1° agosto 2010
La squadra italiana di maratona

Uomini
Ottavio Andriani (Fiamme Oro)
Stefano Baldini (Corradini Excelsior)
Migidio Bourifa (Atl. Valle Brembana)
Daniele Caimmi (Fiamme Gialle)
Denis Curzi (Carabinieri)
Ruggero Pertile (Assindustria Sport Padova)

Donne
Rosaria Console (Fiamme Gialle)
Anna Incerti (Fiamme Azzurre)
Deborah Toniolo (Forestale) 

  • sgen

    Inserito alle 2010-07-14 17:20:03

    Ma non consumarti troppo!!! Regalaci un sogno a barcellona!!!! 8)

    Replica al commento

  • Gianni

    Inserito alle 2010-07-17 10:34:56

    Sarà sicuramente una grande gara per te e per noi che ti seguiremo e tiferemo per te dall\'Italia. Speriamo che tu possa farci emozionare come tu lo si fare. Comunque vada sei sempre un GRANDE, un esempio per tutti sopratutto per quelli che interpretano lo sport solamente come fattore economico.

    Replica al commento

  • Sabry

    Inserito alle 2010-07-22 23:32:26

    che bello rivedervi tutti assieme...come ai vecchi tempi su maratoneti.com.................in bocca al lupo ragazzi x questa ultima settimana di lavoro!!!

    Replica al commento

 

Archivio Notizie