stefanobaldini.net

10 giorni al Giro al Sas

Ad una decina di giorni dall’evento clou del podismo trentino, inizia a prendere quota l’edizione numero 63 del Giro al Sas, la popolarissima stracittadina che sabato 10 ottobre riporterà le stelle dell’atletica internazionale nel centro cittadino di Trento.
Il comitato organizzatore continua alacremente e intensamente il lavoro necessario per allestire in ogni piccolo dettaglio uno spettacolo che nel corso dell’ultimo decennio ha saputo meritarsi una vetrina internazionale, ospitando alcuni tra i più grandi atleti della storia. Tra questi non può essere assolutamente dimenticato il campione olimpico di maratona Stefano Baldini che sabato 10 ottobre tornerà a calcare il suolo del centro cittadino che l’ha già incoronato nelle edizioni del 2002, 2004 e del 2006.

Nella stagione che l’ha visto allontanarsi dalla maglia azzurra, il trentottenne emiliano di Castelnovo ne’ Monti ha potuto riassaporare in toto il piacere della corsa, rinunciando a qualche stress per curare al meglio i propri malanni fisici e ritrovare una forma brillante. L’appuntamento trentino vedrà il campione della Calcestruzzi Corradini Rubiera sfidare il talento emergente del podismo italiano, il molisano Andrea Lalli, da molti già battezzato come suo erede sulle medie e lunghe distanze.

Ventiduenne in forza alle Fiamme Gialle ed allenato da un volto noto dell’atletica azzurra come Luciano di Pardo, Lalli ha saputo conquistare tra il 2006 ed il 2008 il titolo europeo junior e under 23 di corsa campestre, successi che l’hanno inevitabilmente portato ad una dimensione di grandi speranze ed obiettivi. Proprio nel Giro al Sas dello scorso anno il giovane azzurro aveva dato prova del proprio talento, interpretando una gara di grande spessore conclusa ai piedi del podio. Inutile quasi dire che l’edizione 2009 del Giro al Sas sembra fatta apposta per completare un ipotetico passaggio di consegne tra il passato ed il futuro del podismo azzurro.

Ma non sarà semplice, per gli alfieri azzurri, conquistare il gradino più alto del podio. Le gazzelle degli altipiani africani vorranno farla ancora da padrone all’ombra del Nettuno, nonostante l’assenza annunciata di Moses Mosop, dominatore delle ultime due edizioni e purtroppo costretto a rinunciare ad inseguire la tripletta personale da un infortunio. Ma il cast africano sarà di tutto rispetto e ricco di nomi altamente rilevanti, tra questi la medaglia di bronzo nei 5000 metri dei Giochi Olimpici di Pechino 2008, il ventitreenne Edwin Soi, atleta di primissima fascia a cui si affiancheranno altri campionissimi che verranno annunciati da Gianni Demadonna nel corso della conferenza stampa di presentazione, in programma per le ore 11 di martedì 6 ottobre presso la Sala di Rappresentanza della Cassa Rurale di Trento, in via Belenzani.

L’evento di presentazione servirà per togliere i veli alla nuova edizione del Giro al Sas che, come sempre ha fatto negli ultimi anni, cercherà di affiancare sport e spettacolo. Dodici mesi fa sul tracciato di 1000 metri disegnato nel centro storico tridentino c’era il popolare dj Linus, quest’anno toccherà ad un volto noto della televisione, l’inviato di Striscia la Notizia, popolare tg satirico diretto da Antonio Ricci, Moreno Morello cui toccherà il compito di animare il pomeriggio e la serata trentina che prima del Giro al Sas Internazionale ospiterà le finali provinciali del Centro Sportivo Italiano, in un entusiasmante susseguirsi di gare a partire dalle ore 15.(giroalsas.it)

    Aggiungi un commento...

     

    Archivio Notizie