stefanobaldini.net

Press zone del 5 settembre/Il Resto del Carlino

Non posso salvarla da solo”

L'attuale CT Federale delle giovanili italiane si è goduto le vacanze in Spagna e torna al lavoro

E' bello che molti ricordino l'oro di 11 anni fa”

di Claudio Lavaggi

Stefano Baldini si è goduto le sue ferie a Barcellona e Palma di Maiorca nel momento in cui l'atletica giovanile, di cui è il c.t. Federale, riposava, mentre gli occhi di tutti erano erano puntati sui mondiali di Pechino.

Allora è tornato sul luogo del delitto?

Mi ero ripromesso di tornare a Palma, dopo che vinsi 19 anni fa il mondiale di mezza maratona su questo lungomare. Sono legatissimo a questa gara e così mi sono fatto immortalare proprio sul traguardo di allora e sono andato nello stesso albergo in cui festeggiammo il titolo. Da atleta, il turista non si riesce a fare.”

E poi gli 11 anni dall'oro olimpico

Beh, fa piacere che molti ricordino il 29 agosto, ma ora preferirei festeggiare i risultati dei nostri ragazzi.”

Ai recenti mondiali di Pechino 'zero tituli' e zero medaglie con pochissimi piazzamenti

Io non c'entro con gli assoluti, né per le scelte, né per la trasferta. Però non è bello che si parli di atletica solo in caso di doping o per i flop”.

Ma la sua opinione ce la può dare?

Il discorso sarebbe davvero lungo da fare, se avete due pagine...Diverse nostre punte erano infortunate, alcuni per ottenere il minimo si sono spremuti prima e sono arrivati fuori condizione. Poi c'è da dire che l'atletica mondiale ha fatto passi giganteschi, con 45 secondi netti sui 400 non sei nei primi 25 al mondo, ma sarebbe ampiamente il primato italiano...”

I gruppi militari croce e delizia. Professionismo di stato ma anche appagamento da stipendio sicuro?

Senza gruppi militari cosa facciamo, solo dilettantismo? Nel mondo ci sono atleti che investono su se stessi o sono supportati dai club o dalle federazioni e tendono al professionismo puro. Oggi mi pare difficile che ci sia una ditta come per me fu la Corradini Calcestruzzi che possa investire a medio e lungo termine su un atleta.”

Bacchetta magica da usare?

Usare tanto equilibrio per gestire le risorse che abbiamo, gruppi militari compresi, ma anche gli allenamenti quotidiani.”

I risultati dei suoi giovani, però, sono stati ottimi e vanno in controtendenza. Ce li può ricordare?

Volentieri, 9 medaglie ai campionati europei juniores con ben 27 finalisti; 2 medaglie ai mondiali allievi e 4 ai giochi europei Eyof.”

Quindi il movimento di base c'è

Io dico di sì, noi abbiamo convocato 300 giovani all'anno ai vari raduni con la risposta pari al 90%, segno che ragazzi e allenatori credono in questo progetto.Tra l'altro abbiamo sempre convocato il giovane ed il suo allenatore, in un quadriennio di lavoro, 1200 tra allievi e juniores mi pare una bella cifra”.

E il livello dei tecnici?

A me pare adeguato. Poi ci sono alcuni che possono seguire il giovane nella sua evoluzione a senior, altri che non possono anche a livello di tempo”.

Ma la grande novità è che anche lei è un tecnico

Vero, da pochi mesi alleno l'azzurro Andrea Lalli, un atleta valido sia in maratona che nel cross e in pista. Deve ritrovarsi e decidere il suo obiettivo, per me è stimolante seguirlo, ma anche un dovere perchè Lalli è un atleta della nazionale”.

Un noto giornale italiano ha buttato lì un'idea. Perchè non affidare a Stefano Baldini la ripresa dell'atletica italiana?

Qui non si tratta di una persona che di colpo risolva tutti i problemi che abbiamo. Ci vuole una squadra e molto valida”.

Lei non si annoia mai, vero?

No, tra famiglia (tre figli, n.d.r.) i raduni dei giovani e il commento per Sky dei meeting internazionali non ne ho proprio il tempo.

    Aggiungi un commento...

     

    Archivio Notizie