stefanobaldini.net

Continua il lavoro a Lignano, ma niente mondiali per Baldini

Mentre continua il raduno nella località friulana, il C.T. azzurro Silvaggi ha diramato le convocazini per i mondiali di mezza maratona di Udine. Non ci sarà Stefano, che dopo le premiazioni ai giochi studenteschi è stato intervistato in sala stampa.(da alpeadria.it)

Come l’urlo di Tardelli ai mondiali di Spagna 82, o le lacrime di Pino Maddaloni sul podio di Sydney 2000. Ieri, mercoledì 26, in sala stampa dei Giochi Sportivi Studenteschi, fra le mille è arrivata una telefonata in cui, una voce trafelata ha detto “mandate il fotografo, c’è Baldini che fa le premiazioni al campo di atletica”. Detto fatto, il fotografo va e fa il suo dovere. Siamo a oggi, fra mezzogiorno e l’una, sala ristorante al Sole e Mare, mi giro e due tavoli più in là c’è Stefano Baldini che pranza assieme alla squadra azzurra che si prepara per i campionati del mondo di corsa su strada che si svolgeranno a Udine il 14 ottobre. Chiediamogli un’intervista, ci siamo detti e siamo andati. Cordiale, ce l’ha concessa “fra un quarto d’ora, qui fuori”. “Sarò presente a Udine – ci ha detto Baldini – ma non gareggerò. Sto lavorando molto per una maratona autunnale all’estero ed entro una decina di giorni decideremo assieme al Prof. Gigliotti se andare a New York il 4 novembre o a Fukuoka il 3 dicembre. La decisione è imminente, perchè tutta la preparazione specifica è tarata sulle caratteristiche della gara scelta e, se New York è molto popolare e competitiva, Fukuoka ha un tracciato molto veloce”. Per quale motivo non correrai a Udine? “Sto lavorando parecchio per la maratona autunnale all’estero, New York o Fukuoka appunto, sono appena rientrato da Livigno dove ho lavorato in altura, oggi ho fatto 32 km in una volta e sto correndo molto bene, mi servono ancora 4/5 settimane per concludere la preparazione. A Udine sarò presente, ma non gareggerò perchè non sono abbastanza competitivo sulla mezza maratona, dieci giorni fa sono stato a Lisbona e non è andata troppo bene. Questa stagione non è stata molto positiva, ho speso tanto in questi anni e sono in riserva. La prossima, è forse l’ultima stagione ad alto livello. Dopo la vittoria di Atene, mi sembrava che arrivare a Pechino sarebbe stato un sogno che, a questo punto, potrebbe realizzarsi a 37 anni. Fisicamente sono a posto, mi piacciono le sfide e mi sento di poterci provare ancora”. Un grande esempio di atleta per gli studenti dei Giochi: a lui l’augurio di realizzare il suo sogno, ai 3000 giovani che hanno gareggiato a Lignano l’augurio di seguirne le orme.

  • GENE

    Inserito alle 2007-10-01 14:52:08

    Se è più veloce è meglio Fukuoka ... adesso bisogno battere il record di Gebreselassie!!!
    Anche se sarebbe sufficiente battere quello di Mister Z.
    Sto chiaramente scerzando, sarei contento di ritrovare un Baldini competitivo alla prossima maratona, tempo a parte. L'importante credo sia ritrovare il passo, i tempi poi verranno di conseguenza.
    Vieni domenica a fare la Milano Pavia, potresti fare un'altro bel lungo in un bagno di folla.
    Ciao a presto.

    Replica al commento

  • Véro

    Inserito alle 2007-10-01 17:21:47

    Volevo scrivere tutte DUE.

    Replica al commento

Aggiungi un commento...

 

Archivio Notizie