stefanobaldini.net

Baldini primo anche a Londra

Oltre 20000 runners stamattina hanno sfidato il clima londinese e la paura di questi giorni (ritrovate due autobomba nei pressi del percorso di gara giovedi' e venerdi') per partecipare alla British 10km London Run, gara che raccoglie fondi per beneficenza. Un vento fastidioso e la pioggia che cadeva a tratti hanno reso i 10 km (distanza certificata dalla Iaaf) piu' difficili del previsto. Cast di partecipanti con nomi altisonanti: oltre a Baldini hanno preso parte alla gara anche la keniana Catherine Ndereba, piu' volte vincitrice alla maratona di Boston e vicecampionessa olimpica e l'olandese Lornah Kiplagat, medaglia d'oro agli ultimi Mondiali di cross.

Partenza da Piccadilly veloce con un paio di africani che hanno preso il largo nel primo km, ma gia' dal secondo Baldini, il giovane inglese Wicks e il keniano Tanui hanno fatto gruppo davanti. Il passaggio ai 5000 di 14'22" e' stato favorito dal vento a favore, cosi' il ritorno verso Whitehall, nei pressi di Trafalgar Square, sede dell'arrivo, e' stato piu' problematico. Baldini e Wicks ha corso appaiati fino al km 9 quando Stefano ha allungato chiudendo in un buon 29'27", 6 secondi davanti al suo avversario, portando negli ultimi 100 metri la torcia olimpica dei Giochi londinesi del 1948 ricevuta come in una staffetta da uno degli organizzatori. "Oggi non e' stata facile - ha detto Stefano al traguardo - perche' c'era un sacco di vento e questo inglese di 22 anni e' stato un osso duro. La settimana scorsa aveva fatto 3'45" sui 1500m e 14'06" sui 5000 e aveva gia' partecipato ai Mondiali di cross a Mombasa in primavera, mi sono dovuto impegnare a fondo per staccarlo prima dello sprint finale. Poi mi hanno dato la torcia negli ultimi metri, e' stato bello anche se ero molto impegnato nella volata ed e' stato un patema in piu'. Questo potrebbe essere l'anello da ripetere 4 volte nella maratona olimpica del 2012, direi un ottimo percorso anche se impegnativo". "Adesso inizio ad allenarmi sul serio, da domani mi sposto in altura per 25 giorni e spero di migliorare". La gara femminile ha visto il ritiro per infortunio della Kiplagat al primo km, cosi' la vittoria e' andata alla keniana naturalizzata olandese Kibet davanti alla piu' titolata Ndereba. (foto Victah Sailer)

Classifica maschile:

Stefano Baldini (ITA) 29'27"

Phil Wicks (Gbr) 29'33"

Simon Tanui (Ken) 30'35"

Classifica femminile:

Hilda Kibet (Ned) 32'34"

Catherine Ndereba (Ken) 33'11"

Manuela Katesigua (Tan) 35'31"

 

  • Véro

    Inserito alle 2007-07-01 17:40:03

    Solo dal tempo non avevi fatto il backup. 2012 ? faccio finta di non aver letto niente. Fa bene portare la torcia olimpica. Il lupo d'Abruzzo ti mostrerà il cammino verso tante nuove belle gare. In bocca al lupo !

    Replica al commento

  • GENE

    Inserito alle 2007-07-02 08:31:39

    Vedo che stiamo tornando a certi livelli.
    Fa piacere sapere che stiamo ritrovando il Baldini che tutti conosciamo e che dopo un po' di digiuno si ricomincia finalmente a "mangiare" e, l'appetito sai, vien mangiando ...
    Buon allenamento in altura.

    Replica al commento

  • stefano

    Inserito alle 2007-07-02 23:20:36

    La strada è quella giusta,vincere fa morale e le sensazioni sono sempre migliori.

    Replica al commento

Aggiungi un commento...

 

Archivio Notizie