stefanobaldini.net

Linus, grazie di esserci stato

Un grazie sentito da tutto lo staff della Baldinissima. Linus ha scritto oggi sul blog di Deejay parole molto belle di Stefano e della nostra gara.

Baldinissima

Dopo due o tre post un po' lunatici, più quello della Plati che mi ha quasi fatto arrossire e l'ultimo col dibattito sul posto di lavoro ideale (che come avete capito è un luogo puramente virtuale, nel senso che la differenza la fanno sempre le persone, qualunque sia il loro ruolo) finalmente parliamo un po' di corse!

Stamattina sveglia alle sei per essere alle 8 e mezza a S.Ilario, una passeggiata per la Pagani Zonda (che non esiste ma ormai ci credo anch'io...).

Atmosfera assolutamente informale, Stefano che mi sposta la transenna per parcheggiare, un sacco di ascoltatori della radio che mi chedono dei due grandi imboscati (Aldo e Nicola).

Entriamo in un circolo Arci per andare in bagno con la scusa del caffè, ci rispondono che il locale è ancora chiuso ma possiamo comunque usare le toilette (peraltro più pulite che quelle di casa mia...). Fosse successo da un'altra parte non ci avrebbero nemmeno fatto entrare.

Alla partenza, con un microfono sotto il naso, dichiaro un 55' come tempo previsto, poi rifaccio i conti e capisco che per 12 km e mezzo forse l'ho un po' sparata grossa.

In realtà nonostante il gran caldo e un percorso piuttosto ondulato ho chiuso in 56'04", forse merito merito della lepre olimpica che è venuto a riprendermi al decimo chilometro.

A proposito, ho fatto gli ultimi 300 metri correndo al suo fianco tutto impettito e non c'era neanche un cavolo di fotografo al traguardo, quando mi ricapita?

Comunque bellissimo, ne è valsa la pena.

A proposito di corse, volevo fare i complimenti a un ascoltatore fedelissimo (nonchè attento lettore del blog), il mio amico Ottavio Andriani, primo italiano quest'anno a vincere una maratona. C'è riuscito stamattina a Trieste. Bravo Otto!

E bravo Ottavio lo diciamo anche noi. Stefano e tutto lo staff.

  • GENE

    Inserito alle 2007-05-07 10:19:51

    Una frase che parebbe scontata, ma così non è.
    Non è facile organizzare una gara con 800 atleti: amatori, non competitivi, bambini e ragazzi. Chi era lì ieri ha potuto constatare quanto la famiglia Baldini (mamma, fratelli, sorelle, nipoti) possiedano nel proprio DNA la passione per la corsa e riescano a trasmetterla, a partire da Stefano, in un modo così semplice e disinvolto.
    Mi complimento con loro e con gli aiutanti per l'ottima organizzazione: abbiamo trascorso una bella mattinata in compagnia. :-)

    Replica al commento

Aggiungi un commento...

 

Archivio Notizie