A+ A A-

Stefano, con Garmin, testomonial di "Moovin' Bergamo"

  • Pubblicato: Martedì, 05 Dicembre 2017 22:08

Anche Stefano Baldini, campione olimpico di maratona all’edizione dei Giochi di Atene, partecipa a “Moovin’ Bergamo” il progetto voluto da Ats, Comune di Bergamo e Università degli Studi di Bergamo per invitare la cittadinanza al movimento, base di una vita attiva e salutare. Una vera e propria squadra che comprende anche il gruppo SESAAB con il compito di coinvolgere la popolazione, Garmin, azienda leader nel settore della tecnologia GPS e dispositivi outdoor ed Eco Race Events, società organizzatrice di alcune delle più importanti manifestazioni sportive del territorio. Obiettivo di Moovin’ Bergamo è di riuscire a incentivare su larga scala l’attività fisica, riconosciuta come un «comportamento sociale» da stimolare e sostenere. Consce di quanto sia importante muoversi, sempre più persone, infatti, si dedicano all’attività fisica, ma solo il 35,5% - secondo i dati rilevati dal Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute – in Lombardia, raggiungono il livello soglia raccomandato, ovvero: fanno moto per 30 minuti al giorno, almeno 5 volte alla settimana. Il 42,6% rientra nella fascia dei «parzialmente attivi», ma, ancor più grave, il 21% può essere definito un «sedentario». Proprio per combattere la sedentarietà, fattore di rischio per molte malattie croniche, si è deciso di puntare sulla competizione. Il progetto, che durerà un mese – i dall’aprile al maggio 2018 – si baserà sul lancio di un contest che monitorerà il movimento a piedi dei partecipanti. I cittadini della provincia e della città di Bergamo saranno coinvolti in una vera propria e competizione, sia individualmente che all’interno di gruppi, con protagonista l’attività fisica e i suoi efficaci risultati. Lo strumento tecnologico per il monitoraggio del movimento sarà finanziato da Garmin, che ha stanziato la somma di 5.000 euro per premiare la migliore app per la rilevazione e l’organizzazione dei dati rilevati durante il periodo del contest. A poter partecipare alla gara saranno studenti o ex studenti neolaureati e ancora privi di impiego che abbiano compiuto gli studi all’Università di Bergamo o che siano residenti sul territorio della Provincia di Bergamo. Tutti i dettagli sulle modalità di partecipazione alla gara per la realizzazione della app sono disponibili sul sito www.moovinbergamo.it. In attesa del fischio d’inizio, sul sito di Moovin’ Bergamo sarà inoltre possibile inserire il proprio indirizzo mail per rimanere aggiornati sulle tappe del progetto. Stefano Baldini, uno dei personaggi di maggior spicco della storia dell’atletica leggera in Italia: con la sua straordinaria carriera agonistica, in cui spiccano la vittoria della maratona olimpica di Atene all’edizione 2004 dei Giochi e il tempo di 2h07’22” che lo colloca in cima alla classifica dei maratoneti italiani di tutti i tempi, Stefano è un emblema dell’attività motoria portata al massimo delle potenzialità umane. Ancora oggi un modello e una guida in ambito agonistico in virtù del suo ruolo di Direttore Tecnico Giovanile e per lo Sviluppo della Federazione Italiana di Atletica, Stefano è ambassador di Garmin, marchio con cui la collaborazione è nata “naturalmente” data la condivisione di principi morali e sportivi, nonché la sensibilità nella promozione di attività che favoriscono uno stile di vita attivo e salutare. (mi-lorenteggio.com)

Stefano a Firenze all'Expo Maratona

  • Pubblicato: Venerdì, 24 Novembre 2017 20:47

Conto alla rovescia per la Asics Firenze Marathon, 34esima edizione, che parte domenica 26 alle 8.30 da piazza del Duomo. In molti guardano alle previsioni del tempo, ma le ultime notizie sono positive: farà freschino (temperatura fra i 7 e i 12 gradi circa) ma non pioverà, almeno stando alle previsioni del Consorzio Lamma. Nel frattempo c'è molto movimento all grande Marathon Expo, allestito a Campo di Marte, che si può visitare gratuitamente fino alle 20: l'ingresso è da viale Malta 10. Lì quest'oggi alle 11.30 si terrà la presentazione e la consegna dei pettorali di gara ai top runners. Oggi ci sarà anche il campione Stefano Baldini (guarda il video). (lanazione.it)

A Baldini il Memorial Chiarino Cimurri

  • Pubblicato: Mercoledì, 29 Novembre 2017 21:51

Non passa l’affetto nei confronti del comitato Orgoglio Reggiano onlus, presieduto da Angelo Zanetti: un gruppo di tifosi della Reggiana che da 13 anni mette in campo l’iniziativa Galà dello Sport e della solidarietà, andato in scena ieri sera alla Sala Maramotti di Albinea. 300 i cittadini e gli sportivi riuniti nel nome della beneficenza: il ricavato di quest’anno andrà alla coop sociale Anemos. La serata è scivolata via piacevolmente tra vari interventi (tra cui quelli dell’assessore allo Sport di Albinea Simone Caprari, dei genitori e dei ragazzi di Anemos, dell’ex pilota reggiano di Formula 1 Mauro Baldi) e la tradizionale asta: alcuni sportivi hanno donato le loro maglie perchè fossero vendute per beneficenza. Tra le altre, sono state ‘battute’ le maglie di Carlini e di Spanò della Reggiana, nonché quella di Stefano Baldini: al maratoneta è stato assegnato il Memorial Chiarino Cimurri di quest’anno. La consegna da parte della famiglia Cimurri. (guarda l’intervista) (reggionline.it)

A Grosseto la Nazionale U20 programma il futuro

  • Pubblicato: Sabato, 04 Novembre 2017 08:28

 

Baldini: ''Generazione atletica, le parole chiave'' (video)

Il Direttore Tecnico del settore giovanile e allo Sviluppo, al termine del raduno nazionale di Grosseto, traccia le linee guida verso la prossima stagione

Stefano Baldini è voluto tornare in cima alla tribuna dello Stadio Zecchini. Durante gli Europei under 20 di Grosseto è stata quella balconata con la ringhiera bianca la postazione da cui non si è perso un attimo delle imprese di tutti gli azzurrini in gara. Da qui ha urlato, tifato ed esultato e da qui oggi guarda all'imminente futuro della nuova generazione atletica. "Quelli degli Europei under 20 - racconta l'olimpionico di maratona che nel suo lavoro può contare sull'apporto dell'assistente Tonino Andreozzi e di campioni di sempre dell'atletica azzurra come Gabriella Dorio, Fabrizio Mori e Nicola Vizzoni - sono stati giorni felici e pieni energia. Questa tribuna è stata sempre tutta esaurita, la cornice perfetta per un impianto rimesso a nuovo e che, al di là dei grandi eventi, è un'importante risorsa anche per l'attività tecnica federale. Qui a Grosseto in questi giorni abbiamo visto al lavoro anche ostacolisti, saltatori e astisti under 25 del Progetto Sviluppo, mentre a Tirrenia si sta allenando il gruppo della marcia".

Archiviato il felice capitolo Grosseto 2017, lo sguardo è già proiettato verso l'anno che verrà: "Il 2018 sarà una stagione con tanti eventi per i giovani dell'atletica italiana. Oltre alle grandi rassegne internazionali di calendario, si parte subito tra un mese con gli Europei di cross in Slovacchia, poi fari puntati sulla stagione indoor che culminerà con il Triangolare all'inizio di marzo a Nantes in Francia. In attesa dei Mondiali U20 di Tampere e degli Europei U18 a Gyor, preceduti dai Campionati del Mediterraneo U23 a Jesolo, abbiamo pianificato anche altri match di categoria. Per la corsa su strada, insieme all'appuntamento autunnale di Rennes, si aggiunge quello di Oderzo a maggio. Spazio alle prove multiple ad Aubagne con un incontro under 20 e under 23 che, a fine luglio, ci vedrà impegnati contro la Francia. Organizzazione e programmazione sono le parole d'ordine e questo sarà il messaggio che intendo far passare nell'incontro che domenica prossima avrò a Bologna con i fiduciari tecnici regionali. E' fondamentale coordinarsi con le strutture del territorio per evitare sovrapposizioni e cercare di seguire da vicino e coinvolgere quella fascia di giovani, magari con un bel potenziale, ma che non sono ancora al 100% parte del mondo dell'atletica".(fidal.it)

 

"Maratona per tutti" è l'ultimo nato, per chi sogna i 42km e 195 metri, con tabelle di allenamento e consigli utili.

"Quelli che Corrono" è il mio secondo libro edito da Mondadori, per chi vuole iniziare a muovere i primi passi di corsa.

Per fortuna non capita spesso, ma ho visto tante carriere ostacolate, ritardate, a volte rovinate da allenatori che quando scoprono il talento si ostinano a gestirlo senza aiuti, rifiutando la consulenza di specialisti anche quando la Federazione li mette a loro disposizione. Confrontiamoci sempre.
Stefano Baldini

Sign In or Create Account