заем и займы честное слово онлайн

займ лайм займ отзывы

займы наличными

stefanobaldini.net

Stefano Baldini vince il XV Memorial Andriani

{flike id=463}

Nell'ultimo giro stacca tutti e vince il campione olimpico di Atene Stefano Baldini. Grandi emozioni e grande gara a Francavilla Fontana.

Inizio con la passerella di presentazione di tutti i top runner. Prima le gare dei giovani con la vittoria di esordienti, ragazzi, cadetti e allievi che avvicinano i top runner. Segnaliamo solo una curiosità che diventa storia possibile per il futuro di Francavilla Fontana. Il primogenito di Cosimo “Mimmo” Caliandro ha vinto la gara ragazzi. Prima gara della sua vita e vittoria tra i ragazzi ed era il più giovane in gara. Per la serie “in the name of father”, più carattere di un irlandese specie per il modo di vincere spingendo sino alla fine e superando all’ultimo centimetro uno sconsolato quasi vincitore.

La gara clou si svolge in una Piazza Umberto I al limite della capienza e Via Roma fatta da due ali di folla. L’applauso è forte per Ottavio Andriani, ma anche per Stefano Baldini ultimo nella passerella e verso la linea di partenza. Emozione e passo di ringraziamento al suo pubblico di casa per Giacomo Leone.

Poi il minuto di silenzio per le vittime italiane a Kabul. Sentito e stretta nel cuore, tra rabbia e orgoglio. Si riparte come nella vita dopo ogni ostacolo, per i ragazzi in gara da questa corsa.

Partenza con tutti gli atleti in gruppo. Passaggio al primo giro con in testa al gruppo Giacomo Leone in 4'50. Tutti affiancati per ricercare la vittoria, il percorso è veloce ed in gara ci sono atleti con qualità differenti i mezzofondisti sperano nelle volate i maratoneti nell’ultimo giro veloce e lungo. Quello che farà Stefano Baldini per mettere in bacheca il suo quinto Memorial Andriani. Secondo giro con prime selezioni e attacchi da studio. Allunga Giovanni Ruggiero seguito da Baldini e a ruota Caliandro. Al passaggio in 4'38" parziale davanti al gruppo Baldini, Ruggiero, Caliandro, Andriani, Curzi, Iannelli, Leone e Di Pardo. Caliandro favorito in prospettiva per lo speaker dal palco Maurizio Leone, fermo per problemi di sciatica. Terzo giro e passaggio ufficioso a metà gara con Ianneli e Di Pardo in testa, allungano ma il ritmo è normale, staccati in gruppo tutti gli altri con alla testa ad inseguire Ottavio Andriani. Passaggio in 14'11" parziale di 4'43". Quarto giro passaggio in testa di Andriani e Caliandro in 18'33" che fanno l’azione per riprendere i due fuggitivi ma siamo ancora in fase di studio, parziale in 4'50" dei 1.450mt del quarto passaggio. Dietro Baldini guida l’inseguimento ma il campione sta cominciando a mettere i suoi passi al giusto ritmo per mettere dietro le prede dei passaggi volanti. Con lui Iannelli, Di Pardo e Curzi. Staccato Giacomo Leone. Quinto passaggio e sei in testa al in 23'02 parziale forte in 4'20". Si decide la gara ormai e parte il campione olimpico. Mimmo Caliandro è da temere quindi un ultimo km da grande ancora è nelle sue fasce muscolari e nella sua mente. Stacca, allunga sono 5, sono 10 ma anche 15 metri per Stefano che arriva in Via Roma per deliziare il tantissimo pubblico. Braccia alzate e vittoria in 27’04”, seconda parte di gara in 12’53”.

All’arrivo foto di gruppo e stretta di mano a Baldini, raccolta e tutti verso Giacomo Leone portato in passerella tra le ali di pubblico enormi. Microfono a Giacomo che fa quello che il ragazzo che ha alzato le braccia per celebrare una vittoria solo a New York e mai altrove sin da ragazzino, si interrompe in una sua emozione. Applauso. Abbraccio nel cuore. Poi ringrazia tutti, tutti, tutti. Lascia per ultimo il “suo” uomo, Piero Incalza. Prende la parola Stefano Baldini, per ringraziare il pubblico, Francavilla Fontana, Ottavio e Antonio Andriani e dire a Giacomo: “eravamo grandi rivali, molto rivali, con gli anni ci siamo conosciuti e siamo diventati amici. Giacomo grazie per il tuo agonismo e grazie per la rivalità”.

Ottavio Andriani ringrazia tutti, sua mamma prende i fiori che domani saranno sulla tomba di Antonio. Nei suoi occhi vede dei ragazzi, non più giovani, ma uomini veri. Il futuro per loro è eterno, sono gioventù dorata, coniando dagli antichi greci. Stefano, Ottavio, Giacomo, Denis, Maurizio, Luciano, Giovanni, Mimmo, Angelo e tutti (tantissimi) gli atleti che hanno corso in queste strade.

Su www.maratoneti.com le foto di tutti i vincitori delle gare giovanili e della gara.
Risultati finali Senior Maschili.

1. Stefano Baldini 27’04’7
2. Giovanni Ruggiero 27’07”6
3. Cosimo Caliandro 27’09”2
4. Ottavio Andriani 27’11”3
5. Denis Curzi 27’13”
6. Angelo Iannelli 27’15”9
7. Luciano Di Pardo 27’46”4
8. Francesco Caliandro 27’56”6
9. Giacomo Leone 28’42”

Alessandro Fino

Staff di Maratoneti.com

    Il mio primo allenatore, Emilio Benati, capì con grande anticipo sia che sarei diventato un maratoneta sia che lui, impegnato professionalmente con una sua attività e allenatore per passione solo nel tempo libero, non avrebbe potuto seguirmi con l'assiduità necessaria. Fu lui a condurmi a Modena da Gigliotti e a "consegnarmi" nelle sue mani.
    Stefano Baldini
       

      "Maratona per tutti" è l'ultimo nato, per chi sogna i 42km e 195 metri, con tabelle di allenamento e consigli utili.

        "Quelli che Corrono" è il mio secondo libro edito da Mondadori, per chi vuole iniziare a muovere i primi passi di corsa.