заем и займы честное слово онлайн

займ лайм займ отзывы

займы наличными

stefanobaldini.net

Ieri la Sunset run sull'Hudson

{flike id=3151}

CORSA LUNGO L’HUDSON E A CENTRAL PARK CON STEFANO BALDINI E LAURA FOGLI

Conto alla rovescia per la Ing New York City Marathon, in programma domani da Fort Wadsworth.

Sono oltre 47 mila i partenti (1.800 gli italiani) tra cui molti maratoneti di Born2Run.

 

La partenza come di consueto dal Verrazzano Bridge, il ponte che attraversa il braccio di mare The Narrows e congiunge i due quartieri newyorkesi di Staten Island e Brooklyn.

Una corsa magica con il pubblico presente in ogni dove che incoraggia tutti, dal primo all’ultimo runner (il tempo massimo per terminare la gara è di otto ore e trenta minuti),  ma anche molto dura in quanto presenta diversi ponti, salitelle e falsipiani.

Un percorso che può essere suddiviso sostanzialmente in due parti: una prima maggiormente scorrevole, e una seconda piuttosto impegnativa che inizia ai piedi della salita del Queensborough Bridge (il ponte che collega il Queens a Manhattan) fino all’arrivo a Central Park.

Ma i “Nati per correre” non temono nulla e in attesa dello start si allenano lungo le rive del fiume Hudson, in compagnia di Stefano Baldini e Laura Fogli.

Una sgambata al tramonto mentre il sole a poco poco scende, tingendo i grattacieli e l’acqua di rosa e arancione rendendo ogni cosa magica.

Nella mattinata di oggi la replica a Central Park, insieme agli ex azzurri e al prof. Fulvio Massini, per godere questa volta del verde di Manhattan, passando per il festante traguardo già allestito con tribune e striscioni.

E domani? I maratoneti di Born2Run si alzeranno prima delle luci dell’alba poiché entro le sette dovranno essere al Fort Wadsworth.

Con loro ci sarà l’Oro olimpico di Atene 2004; per la prima volta correrà ‘da amatore’ e lo farà per Action Aid. «Ho corso cinque volte la New York City Marathon – ha spiegato - terminandone una in taxi a causa dei crampi muscolari. Domani sarà la mia prima volta dopo l’addio all’agonismo avvenuto tre anni fa e si vedrà. Non ho ancora deciso a quale andatura andrò».

Di certo c’è che partirà nella prima wave insieme ai top runners e a coloro che impiegano meno tempo per concludere la maratona, quindi chissà che non si faccia trascinare dall’entusiasmo e dal passo repentino di chi gli corre accanto.(Born2Run)

    Il mio primo allenatore, Emilio Benati, capì con grande anticipo sia che sarei diventato un maratoneta sia che lui, impegnato professionalmente con una sua attività e allenatore per passione solo nel tempo libero, non avrebbe potuto seguirmi con l'assiduità necessaria. Fu lui a condurmi a Modena da Gigliotti e a "consegnarmi" nelle sue mani.
    Stefano Baldini
       

      "Maratona per tutti" è l'ultimo nato, per chi sogna i 42km e 195 metri, con tabelle di allenamento e consigli utili.

        "Quelli che Corrono" è il mio secondo libro edito da Mondadori, per chi vuole iniziare a muovere i primi passi di corsa.